Lettera dimissioni effetto immediato

Lettera dimissioni con effetto immediato senza preavviso: quando è prevista

Le dimissioni sono l’atto unilaterale con cui il lavoratore comunica al datore di lavoro che non intende proseguire il rapporto. Generalmente le dimissioni vengono presentate quando il dipendente trova un impiego a condizioni migliori o quando, per altre ragioni, ritiene conclusa la propria esperienza professionale alle dipendenze della stessa ditta.

A differenza di quanto avviene nel licenziamento (dove è il datore ad interrompere unilateralmente il rapporto di lavoro) che può essere compiuto unicamente a fronte di ragioni che lo giustificano, le dimissioni non devono essere motivate. Di conseguenza si tratta di una scelta che non può essere sindacata.

Lettera dimissioni effetto immediato per giusta causa

Sebbene il lavoratore possa interrompere il rapporto di lavoro sulla base delle proprie insindacabili valutazioni, la legge prevede che le dimissioni siano presentate con un certo preavviso. In altre parole, a meno che non sussistano particolari ragioni, non il lavoratore non può interrompere il rapporto con decorrenza immediata.

Il preavviso, infatti, non è dovuto in caso di dimissioni per giusta causa. Si parla di giusta causa quando il datore di lavoro tiene dei comportamenti talmente gravi da non consentire la prosecuzione del rapporto professionale nemmeno in via provvisoria. Il datore di lavoro dunque non può più beneficiare del periodo di preavviso, normalmente dovuto per consentire la sostituzione del dipendente.

Alcuni esempi di dimissioni per giusta causa sono trattamenti umilianti riconducibili al mobbing, minacce di morte, mancato pagamento di retribuzione e mancato versamento dei contributi previdenziali.

In caso si verifichino queste, od altre gravissime mancanze da parte del datore di lavoro, il dipendente può presentare una lettera dimissioni effetto immediato. Ma come redigere una lettera simile? Quali elementi vanno indicati? Vediamolo insieme.

Modello lettera dimissioni effetto immediato: ecco cosa scrivere

Affinché la lettera di licenziamento abbia valore legale vanno indicati i seguenti elementi:

  • ragione sociale e indirizzo della società
  • luogo e data
  • firma del lavoratore dimissionario
  • firma del datore di lavoro (per accettazione).

Per quanto riguarda il testo vero e proprio, per le dimissioni con effetto immediato è possibile utilizzare la seguente formula:

“Con la presente rassegno le mie dimissioni, rinunciando al periodo di preavviso previsto dalle norme contrattuali.

Vogliate pertanto considerare quale termine ultimo del mio rapporto di lavoro la data del GG/MM/AAAA”.

Stando a quanto stabilito dalle normative vigenti, la durata del preavviso viene definita in base al contratto di lavoro e all’anzianità del lavoratore. Di norma per un mancato rispetto del periodo di preavviso, al dipendente viene trattenuto dallo stipendio mensile la retribuzione che sarebbe spettata per tale periodo. Tuttavia in caso di dimissioni per giusta causa, il dipendente non è tenuto a rispettare il preavviso.

 

Licenziamento Giusta Causa

Inps malattia: a quanto ammonta l’indennizzo? Indennità Inps malattia 2015: a chi spetta L’indennità di malattia Inps è una somma erogata ai lavoratori iscritti all’istituto quando si verifica un evento patologico che ne determina una temporanea incapacità lavorativa. Possono ottenere l’indennità di malattia i disoccupati, i lavoratori sospesi dal lavoro e apprendisti. Hanno diritto all’in...
Lettera di dimissioni per giusta causa: come presentarla? Cosa sono le dimissioni per giusta causa Legislatore italiano stabilisce che ogni lavoratore assunto con contratto a tempo indeterminato può interrompere il rapporto di lavoro in corso presentando le proprie dimissioni volontarie all’azienda datrice di lavoro. Il dipendente è tenuto a rispettare il periodo di preavviso e le modalità di presenta...
Convenzione Inps Inail 2015 Inps Inail: la nuova convenzione in vigore da gennaio 2015 Lo scorso 2 aprile Inps e Inail hanno pubblicato una circolare comune per comunicare la nuova Convenzione siglata dai due Istituti. Si tratta di un accordo volto a semplificare l’erogazione coordinata delle prestazioni economiche di malattia e la definizione dei casi di dubbia competenza. ...
Licenziamento collettivo e mobilità Cosa sono i licenziamenti collettivi L’espressione licenziamento collettivo indica l'ipotesi in cui un’impresa opera un’importante riduzione del personale a fronte di una crisi o di una riorganizzazione aziendale, o per chiusura dell'attività. I licenziamenti collettivi sono possibili solo in specifiche situazioni previste dalla legge e dopo un...
Come effettuare il calcolo Tfr? Quali i fattori coinvolti? Cos’è il Tfr e come calcolarlo Il Tfr ossia il trattamento di fine rapporto è una somma che spetta ai lavoratori dipendenti che hanno concluso un rapporto di lavoro. Noto anche come liquidazione o buona uscita, il Tfr può essere calcolato mettendo in pratica alcune semplici formule matematiche. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i passaggi da seg...
Licenziamento per secondo lavoro: quali le procedure? Licenziamento per secondo lavoro giusta causa Con al crisi economica, sono molti gli italiani che per racimolare qualche soldo in più, svolgono due lavori contemporaneamente. Sebbene quella di svolgere un secondo lavoro non sia una pratica che, in sé per sé, arreca danno al datore di lavoro, questi è tenuto a licenziare per giusta causa il dipende...
Quando e come presentare una lettera di licenziamento Differenza tra lettera licenziamento e lettera di dimissioni Quando si decide di interrompere una collaborazione lavorativa è necessario darne comunicazione formale al datore di lavoro. I Contratti Collettivi Nazionali del Lavoro stabiliscono che la lettera di dimissioni serve a comunicare, in modo inequivocabile, la volontà del dipendente di rece...
Jobs Act licenziamento per motivi economici Jobs Act licenziamento motivi economici: quando è previsto Quando sussistono i presupposti per una riduzione del personale legati alla riorganizzazione dell’azienda, il Giudice deve verificare che il licenziamento sia l’unica soluzione applicabile. Prima di licenziare un dipendente per giustificato motivo oggettivo (ossia per ragioni economiche), ...
lettera dimissioni effetto immediato