Jobs Act e cassa integrazione: cosa ci aspetta dal 2016

Jobs Act e cassa integrazione: cosa cambia con la riforma del lavoro

Oltre ad affiancare il sostegno al reddito dei lavoratori disoccupati, il riordino degli ammortizzatori sociali previsto dal Jobs Act sottolinea l’abolizione della cassa integrazione in deroga a partire dal 2016.

Rimarranno in vigore la cassa integrazione ordinaria e straordinaria anche se con una durata ridotta, che in alcuni settori risulta addirittura dimezzata. La prestazione è prevista per un massimo di 24 mesi nel quinquennio, durata che sale a 30 mesi per il settore edile e che può arrivare fino a 36 mesi utilizzando i contratti di solidarietà.

Jobs Act e cassa integrazione le nuove aliquote per le aziende

Un’altra novità in merito alla cassa integrazione è data dalle aliquote di finanziamento. Le aliquote base scendono al 10%, mentre salgono quelle per le imprese che utilizzeranno la cassa integrazione. Di seguito riportiamo le nuove aliquote per le imprese.

  • 9% per il primo anno di Cig (cassa integrazione guadagni)
  • 12% per chi ne usufruisce anche il secondo anno
  • 15% se si utilizza la cassa integrazione dai 24 ai 36 mesi.

Così facendo la riforma del lavoro intende disincentivare l’utilizzo dell’ammortizzatore. La possibilità di utilizzare la cassa integrazione, inoltre, è stata annullata per le aziende che non hanno speranze di ripresa. A queste, infatti, è stato vietato l’utilizzo dell’ammortizzatore anche in caso di cessazione dell’attività.

Novità interessanti anche per le aziende che tradizionalmente non possono usufruire della Cassa integrazione. Le imprese con meno di 5 dipendenti, che non possono ricorrere all’ammortizzatore, potranno fruire di un sostegno al reddito per i propri dipendenti. L’aiuto in questione è finanziato da un fondo di solidarietà residuale dell’Inps, alimentato dai versamenti dalle aziende stesse con un’aliquota dello 0,45% sul monte salari.

 

Licenziamento Giusta Causa

Orari controllo Inps 2015: quali sanzioni in caso di assenza? Orari visita fiscale 2015 dipendenti privati e pubblici Una recente circolare Inps ha modificato le disposizioni in materia di visite medico fiscali. Tra i principali cambiamenti troviamo i nuovi orari controllo Inps per le visite medico fiscali, una tipologia di accertamento, prevista dallo Statuto dei Lavoratori e volta a verificare l’effettiva ...
Licenziamenti collettivi Grecia: sì, se richiesti dalla Troika Rischio di licenziamento collettivo in Grecia: colpititi giornalisti e addette alle pulizie Appena riassunti rischiano di nuovo il licenziamento. Sono i lavoratori che la Syriza ha reintegrato di recente e che adesso potrebbero essere di nuovo licenziati. Il nuovo memorandum imposto dalla troika al governo Tsipras, contiene infatti una postilla ch...
Lavoratori Assenteisti: Attenti agli Investigatori Assenteismo nel privato: i datori di lavoro si rivolgono alle agenzie di investigazione Aumentano i controlli per i lavoratori assenteisti. Oltre alle leggi e ai controlli medico-fiscali, ora i furbetti dovranno vedersela anche con gli investigatori privati, chiamati a verificare la trasparenza dei comportamenti condotti dai lavoratori. Pare, i...
Jobs Act salario minimo eliminato: ecco le novità introdotte Jobs Act salario minimo eliminato dai decreti attuativi Era previsto nella delega del Jobs Act, ma è stato poi eliminato con i decreti attuativi. Eppure il salario minimo poteva essere un ottimo strumento per contrastare l’aumento della povertà in Italia. Attualmente, lo ricordiamo, nel nostro paese il salario minimo viene stabilito tramite contra...
Licenziamento per permessi legge 104 Licenziamento per permessi legge 104, legittimo anche in mancanza del codice Con la sentenza n. 8784 del 30 aprile 2015 la Corte di Cassazione ha definito legittimo il licenziamento per utilizzo improprio dei permessi legge 104/92, anche in caso di mancata affissione in azienda del codice disciplinare. La decisione della Suprema Corte si basa n...
Bonus assunzioni 2016: guida allo sgravio fiscale Bonus assunzioni 2016: cosa cambia con la nuova Stabilità Bonus assunzioni 2016. La nuova legge di stabilità ha riconfermato per il prossimo anno lo sgravio fiscale per chi assume a tempo indeterminato. Un’agevolazione dedicata ai datori di lavoro che assumono personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, introdotto d...
Jobs Act controlli a distanza su Pc e telefonini Jobs Act controlli a distanza: riletto l’articolo 4 Dopo la cancellazione dell’articolo 18, dallo Statuto dei lavoratori viene rimosso anche l’art 4. È questa la principale conseguenza della Riforma del mercato del lavoro, che introduce la possibilità per le aziende di controllare a distanza i propri dipendenti utilizzando audiovisivi, (come compu...
Licenziato giocatore inglese: sesso con maglia della squadra Licenziato giocatore inglese, punito Jay Hart v giocatore semiprofessionista inglese, che gioca, anzi giocava, come attaccante nel Clitheroe. Il 24enne, peraltro padre di due figli, è stato beccato negli spogliatoi della squadra mentre aveva un rapporto sessuale con una tifosa, con ancora la divisa ufficiale addosso. L’incontro piccante sarebbe...
jobs act e cassa integrazione